La CIR s.a.r.l. (Compagnie Ittiche Riunite Società Agricola a responsabilità limitata) nasce nel 1992. L’attività operativa inizia subito a Golfo Aranci utilizzando una tecnologia basata su gabbie galleggianti rigide.

Nel 1996 subisce una radicale trasformazione che ancora oggi è considerata il meglio della tecnologia atta per l’allevamento ittico in mare aperto. Le gabbie diventano di polietilene, sono galleggianti e vengono ancorate con tiranti sul fondale marino.

L’attività principale della CIR consiste nell’allevamento di specie ittiche pregiate (orate e branzini) destinate alla vendita all’ingrosso. L’impianto è in grado di produrre circa 600 tonnellate l’anno.

LO STABILIMENTO

Nel settembre 2002 è stato attivato il nuovo stabilimento, costituito da un capannone in struttura prefabbricata con una superficie coperta di 370 mq in cui sono inseriti gli uffici, i servizi per il personale, la sala incassettamento, le celle frigorifere, le macchine di produzione ghiaccio e quanto altro necessario per rendere efficace e moderna la gestione di un prodotto di qualità.

L’impianto è autorizzato a livello CEE dal 1994. L’azienda opera secondo protocolli predefiniti ed ha implementato la formalizzazione di controlli e analisi per fornire la massima garanzia di qualità del prodotto marchiato.

I NOSTRI MARCHI

Nel 2002, dopo due anni di collaborazione commerciale con Esselunga, nasce la Filiera CIR-Naturama come disciplinare volontario di prodotto, che rappresenta da parte di Esselunga il riconoscimento degli elevati standard qualitativi raggiunti. In seguito è stato implementato anche il programma di Filiera Bennet a conferma degli elevati standard qualitativi della CIR.

Obiettivo della Filiera CIR è offrire un prodotto che attraverso garantite peculiarità di freschezza, mantenga intatte le caratteristiche morfologiche e organolettiche dal momento della pesca fino alla consegna al dettaglio.

I NOSTRI PRINCIPALI CLIENTI

I maggiori clienti di CIR sono Esselunga, Il Gigante e Bennet che insieme coprono il 70% del fatturato (2015 – 6,5 milioni).